Marocco

MAROCCO

Il Marocco è uno dei paesi di maggior fascino dell’Africa nord occidentale. È difficile trovare, così vicino all’Europa, una gamma tanto varia di attrazioni.
Terra di luce, in Marocco il sole sorge tra le dune del grande deserto e poi lungo il suo cammino si unisce ai canti e alla preghiere della sua gente attraversando valli, monti e pascoli per arrivare fino al mare.
Meta molto ambita per le vacanze sia di coppia che con gli amici, perfetta sia per chi ama la natura che per chi preferisce la cultura, oppure il divertimento. Per molti turisti il Marocco è il punto di partenza per visitare l’Africa, essendo questa terra cosi’ vicino all’Europa, si raggiunge facilmente.  Ricca di mercati all’aperto dove si possono trovare tantissimi prodotti artigianali, dalle belle maschere di argilla, ai manufatti ed ai tappeti, ed inoltre, le spezie dai profumi forti e intensi e dai colori vivaci.  I suoni che richiamano atmosfere misteriose, il té alla menta consumato a metà pomeriggio, il narghilé dal suo forte aroma di fragola o mela, il sorriso dei bambini che si rincorrono felici, anche questo e’ il fascino del Marocco.

marocco




UN PAESE RICCO DI STORIA

A differenza di altri Paesi limitrofi, il Marocco ha subito una sola dominazione nella sua storia, quella dei Berberi Imazighen che si insediarono nell’area Nord Occidentale del continente africano fin quasi al 700 quando gli eserciti arabi dopo aver conquistato l’Egitto estesero il loro dominio a quasi tutto il Nord Africa.
Comunque la lunga indipendenza sotto l’influenza berbera ha consolidato nel tempo un sentimento unitario del popolo Marocchino che nonostante la tipica organizzazione in tribu’ e clan, ha consentito alle popolazioni abitanti nell’area dell’attuale Marocco di passare indenne attraverso i periodi di colonizzazione dei Fenici e dei Romani. Proprio sotto l’influenza romana vennero fondate le piu’ importanti citta’.
Anche il cristianesimo che era giunto in questa zona gia’ dal III secolo non riusci’ a scalfire le abitudini della popolazione.
All’inizio dell’VIII secolo gli arabi avevano praticamente esteso il proprio dominio su tutta l’Africa settentrionale e questo aveva rafforzato lo spirito unitario della nazione dando origine ad un movimento fondamentalista berbero che interesso’ l’attuale Marocco e l’Andalusia. In tale periodo citta’ come Marrakech, Rabat, Tlemcen, Fès raggiunsero l’apice del loro splendore e del loro sviluppo.
Nel corso dei secoli che seguirono, pur con brevi intervalli di belligeranza, si alternarono varie dinastie che regnarono sostanzialmente nella pace  (almoravidi, almohadi,  merinidi, alawiti). La famiglia alawita mantenne il potere dalla meta’ del 1600 praticamente sino ad oggi. Solo  alla fine del XIX secolo  con l’epoca coloniale l’interesse delle grandi potenze europee si rivolse a questa area strategicamente importante sia per la sua posizione geografica che per le sue risorse. Tra tutte la Francia riusci’ NEL 1912 ad accaparrarsi quasi tutto il Marocco mentre la Spagna ottenne un piccolo protettorato a Tangeri.
Capitale divenne Rabat e dapprima i francesi si dimostrarono rispettosi delle tradizioni marocchine, poi nel tentativo di rafforzare il loro predominio, provocarono un moto di rivolta contro gli occupanti che solo alleandosi tra loro riuscirono a riprendere il controllo della regione fino al 1956 quando, dopo la fine del secondo conflitto mondiale venne proclamata l’indipendenza.

rabat marocco



DaL 1999 e’ salito al trono Muhammad VI, il quale ha introdotto nuove riforme che pur essendo ancora insufficienti in un Paese ancora permeato da un retaggio di tipo feudale, sembrano offrire una qualche prospettiva per una effettiva modernizzazione dei costumi.
Nel 2004 infatti significativi cambiamenti sono stati apportati alla Moudawana (Legge della Famiglia) nell’intento di migliorare la condizione femminile, di introdurre maggiori diritti dei bambini e di salvaguardia della dignità umana.

Articoli simili

Ricerca personalizzata

Nessun commento.
Aggiungi un commento: