L’acqua Il Miglior Dissetante, Bere Molto Per Combattere Il Caldo

L’ACQUA IL MIGLIOR DISSETANTE, BERE MOLTO PER COMBATTERE IL CALDO L’ acqua e’ il miglior dissetante, ma non ha un sapore molto invitante cerchiamo allora qualche alternativa piu’ golosa. Con il grande caldo la sete va immediatamente placata, facendolo nel modo giusto cercando le giuste bevande che soddisfano le esigenze del nostro organismo. L’acqua lo sappiamo tutti che e’ la scelta ideale per combattere la sete anche se il suo gusto non e’ certo gratificante. Guardiamo insieme qualche altra alternativa:

  • Bibite gassate ne troviamo di tutti i gusti (tipo le cole)e sono diffusissime ma non sono certamente salutari e neanche tanto dissetanti. Anche se la nostra scelta ricade sulle bibite alla frutta ( aranciate o limonate) queste di frutta ne contengono veramente pochissima ma l’ingrediente principale e’ senz’altro lo zucchero che oltre ad alzare le calorie, lascia la bocca impastata e spinge a bere ancora.
  • Multivitaminiche alla frutta sono senz’altro un’ottima alternativa alle bibite tradizionali, e stanno riscuotendo un grande successo quelle non gasate e multivitaminiche ai vari frutti. La cosa importante e’ leggere sempre bene l’etichetta, ci sono prodotti che contengono solo il 12% di succo, mentre altre nelle quali la quantita’ e’ maggiore a volte supera il 30%. Attenzione anche agli zuccheri non sempre uguali in tutte le bevande le migliori sono quelle che ne contegono in quantita’ piu’ bassa.
  • Te’ freddo e’ la bevanda piu’ consumata durante il periodo estivo, se vogliamo essere sicuri di bere il meglio e’ opportuno leggere molto attentamente l’etichetta e assicurarsi che si parli proprio di te’ e non di bevanda al gusto di te’. Anche per quanto riguarda gli ingredienti come aromi di pesca e limone sono sostanze che spesso sono lontane dai frutti veri, e il sapore sembra quello di una caramella alla frutta, cosa che un buon te’ non deve avere.

acqua miglior dissetante

Articoli simili

Ricerca personalizzata

Nessun commento.
Aggiungi un commento: